Angela Motta: “Si alla Tav per far crescere il Piemonte”

Nella grande piazza Si Tav, a Torino, c’erano anche questa mattina, tra gli oltre trentamila manifestanti, Angela Motta, Vicepresidente del Consiglio Regionale, numerosi sindaci e amministratori dell’Astigiano: il modo più diretto per ribadire l’urgenza di andare avanti sul progetto del nuovo tracciato per non condannare il Piemonte all’isolamento.
“Volere la Tav – dichiara Angela Motta – significa costruire un pezzo di futuro che porti sviluppo e benessere alla comunità piemontese. Di segnali negativi ce ne sono stati fin troppi in questi anni, per non parlare delle ultime settimane: Asti che perde i Frecciabianca, un governo che non investe e le avvisaglie su un’altra possibile recessione nel nostro Paese disegnano un contesto non favorevole alla crescita”.
“Il Piemonte – sottolinea Motta – vuole andare avanti e lo vuole fare in fretta. I due deputati astigiani a Roma come difenderanno il nostro territorio avendo sulla Tav posizioni diametralmente opposte? Noi amministratori astigiani abbiamo voluto essere presenti oggi a Torino anche per ribadire al governo che vanno concluse altre opere importanti come l’Asti-Cuneo: a Roma è ora di dare risposte, basta rinvii e litigi su ogni cosa”.

Nelle foto: Angela Motta con il presidente della Regione Chiamparino e il sindaco di Portacomaro Pierini; con altri primi cittadini e amministratori dell’Astigiano