Angela Motta: “Il rio Valmanera è una boscaglia. Il Comune cosa fa?”

“Un corso d’acqua completamente invaso dalla vegetazione, nell’alveo come lungo le sponde: una situazione di degrado. Il Comune intende attivarsi per la pulizia del rio Valmanera?”.A sollevare il caso è Angela Motta, capogruppo Pd in Consiglio Comunale, a seguito delle sollecitazioni di alcuni abitanti di via dell’Arazzeria.
“Da ormai molto tempo non si fa manutenzione – dice Motta – basta osservare la situazione dalle spallette del ponte a poca distanza dalla rotonda di strada Valmanera: da una parte il rio è completamente scomparso tra alberi e canneti, dall’altra si fa faticosamente strada in mezzo alla vegetazione infestante”.
Non è la prima volta, nel tempo, che gli abitanti della zona segnalano la necessità di tenere pulito il corso d’acqua (in passato il Comune si è avvalso dell’intervento dei volontari della Protezione Civile “Città di Asti”).
“Proprio in questi giorni – ricorda Motta – il sindaco Rasero ha annunciato la firma di un protocollo con Aipo, Regione e Rfi per la pulizia e la sicurezza del Tanaro: due condizioni che, a partire dal corso d’acqua principale della città, devono valere anche per torrenti e rii. Chi ha la competenza non può non intervenire. Chiedo al Comune in che tempi e come intenda attivarsi affinché il rio Valmanera sia ripulito e reso sicuro, monitorandone l’intero tratto sul territorio cittadino”.

Nelle foto: come si presenta il rio Valmanera dalle spallette del ponte