Angela Motta e Daniele Borioli: il Partito Democratico presenta i candidati di Camera e Senato

Saranno Angela Motta e Daniele Borioli a correre per il Partito Democratico nei collegi uninominali perCamera e Senato alla prossime elezioni del 4 marzo.

“Sono sempre stata votata e scelta dai cittadini – ha esordito Angela Motta – e con questo spirito torno a chiedere la fiducia per proseguire in sede di Parlamento il mio lavoro a favore del territorio. Più che mai in questa tornata, con questo sistema elettorale, conta “la persona”. Sarà fondamentale concentrarsi sul candidato che dovrà  rappresentare al meglio le istanze e portare la voce del territorio a Roma. In questi cinque anni di Governo è stato fatto molto per il Paese. Non dimentichiamoci la situazione dalla quale siamo partiti, con un Paese sull’orlo del baratro e una maggioranza risicata e sempre da negoziare.Abbiamo avuto il coraggio di  dare la  scossa necessaria a rimettere in moto l’Italia  e poi la capacità di gestire una situazione di crisi profonda, invertendo il segno e riguadagnando anche quella fiducia e quella credibilità che agli occhi dell’Europa  avevamo perso. Da questo risultato bisogna ricominciare per fare molto di più, a partire dai giovani e dagli over 50, tra cui non può innescare una lotta generazionale. Oggi ci troviamo in una competizione elettorale con gli stessi personaggi che hanno governato l’Italia per quasi 20 anni, portandoci nella situazione drammatica del 2013, e con le stesse promesse”. “Centrodestra e M5S hanno programmiirrealizzabili – ha aggiunto Daniele Borioli– alimentano paure, ma nessuno si occupa del territorio, che è ciò  che vogliamo fare noi. Territorio significa: lavoro,in particolare per i giovani, e sostegno alle imprese; valorizzazione del paesaggio e dell’ambiente, con un’attenzione particolare ad un settore fondamentale come quello dell’agricoltura; sostegno alle famiglie, in particolare quelle con figli; investimenti in un sistema scolastico di qualità, in grado di proiettare i ragazzi nel mondo del lavoro. Vogliamo, inoltre, dedicare attenzione alle persone più deboli: abbiamo già iniziato a farlo, ad esempio con la riforma del volontariato, il “Dopo di noi”, e con le risorse stanziate per contrastare la povertà”. “Con la legge sui piccoli comuni – hanno concluso Motta e Borioli–abbiamo dato un aiuto concreto agli enti locali,  in modo da garantire la salvaguardia di servizi qualitativi per i cittadini”. Mario Mortara, segretario cittadino, ha sottolineato come “il candidato di centrodestra prometta una volta eletto di ridurre le tasse, mentre in qualità di assessore del Comune di Asti ha votato l’innalzamento delle tasse”. “Votare è semplice – ha spiegato Pino Goria, segretario Pd provinciale –con questo sistema elettorale finalmente sarà possibile scegliere il proprio rappresentante”.