Premiati i vincitori del Concorso rivolto ai ragazzi delle scuole secondarie astigiane

 “LiberaMente…Anna” la libertà raccontata dai ragazzi”.

Si è svolta questa mattina, presso il Salone della Provincia, la cerimonia di premiazione, condotta da Pierluigi Berta, della prima edizione del concorso rivolto ai ragazzi delle scuole secondarie astigiane di primo e secondo grado “LiberaMente…Anna” la libertà raccontata dai ragazzi. Ad aggiudicarsi il primo premio nelle tre categorie previste sono state: la classe 1A dell’I.C. di San Damiano con l’allieva Franco Silvia della classe 1C; la classe 2C della scuola media statale “Goltieri”; la classe 3A della scuola media statale di Incisa. Due i premi speciali: alla classe terza del corso pre-lavorativo della “Fondazione Casa di Carità” e alla classe 1C della scuola media statale “Goltieri”. Alle classi vincitrici è stato destinato un premio del valore di 500 euro. Sponsor della mattinata “Centrale del Latte di Alessandria e Asti” e “Assortofrutta” con la Mela Rossa Cuneo IGP. “L’iniziativa – ha commentato il Consigliere Angela Motta, promotrice dell’evento – si poneva come obiettivo di mantenere vivo il ricordo di Anna Amerio Vigazzola attraverso ciò che di più lei ha amato e per la quale si è dedicata, ovvero la scuola e i suoi ragazzi”. Il progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione dell’Ufficio Scolastico Territoriale, della famiglia Vigazzola, dell’Architetto Antonio Guarene, autore del logo, e dell’associazione “Adesso Liberamente”, con il patrocinio di Consiglio Regionale del Piemonte, Comune di Asti e Provincia.

Premiazione del Concorso “LiberaMente…Anna” la libertà raccontata dai ragazzi.

Appuntamento giovedì 21 aprile, alle ore 9, presso il Palazzo della Provincia

Si svolgerà giovedì prossimo, 21 aprile, la cerimonia di premiazione della prima edizione del concorso rivolto ai ragazzi delle scuole secondarie astigiane di primo e secondo grado “LiberaMente…Anna” la libertà raccontata dai ragazzi. L’appuntamento è per le ore 9 presso il Palazzo della Provincia di Asti. Quattro le scuole premiate: l’I.C. di San Damiano con le classi 1A, 2A e 1C; la scuola media statale “Goltieri” per le classi 1C e 2C; l’I.C. di Montegrosso con le classi 1A, 2A, 2B, 3A e la “Fondazione Casa di Carità” II e III anno prelavorativo. Alle classi vincitrici verrà destinato un premio del valore di 500 euro, mentre agli altri elaborati scelti verranno destinati premi speciali messi in palio dall’associazione “Adesso Liberamente”. I lavori premiati sono stati preventivamente selezionati da ciascuna scuola e poi giudicati da una commissione composta dai membri della famiglia Vigazzola, dal Dirigente U.S.T. Franco Calcagno, da esperti del settore e dall’Arch. Antonio Guarente, autore del logo del progetto. L’iniziativa, promossa dal Consigliere Angela Motta, con il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Territoriale, del Comune di Asti e della Provincia, ha l’obiettivo di mantenere vivo il ricordo di Anna Vigazzola attraverso ciò che di più lei ha amato e per la quale si è dedicata, ovvero la scuola e i suoi ragazzi.

Angela Motta consegna a Don Ciotti l’o.d.g che impegna la Giunta Regionale a prevedere risorse per “Cascina Graziella”

Il Consigliere Angela Motta oggi, martedì 5 aprile, a Moncalvo, ha simbolicamente consegnato a Don Ciotti l’ordine del giorno che impegna la Giunta Regionale a prevedere, in sede di assestamento al bilancio di previsione 2016-2018, risorse in conto capitale a favore della legge regionale 4/2016 finalizzate a finanziare il recupero di “Cascina Graziella” in modo da sostenere la progettualità a favore delle donne vittime di violenza. “Cascina Graziella”, dal 2008 confiscata alla mafia e assegnata all’amministrazione comunale di Moncalvo, è da allora impiegata per opere di pubblica utilità, in particolare attività contro la violenza alle donne.  “La Regione Piemonte – ha commentato Angela Motta – con la legge 4/2016 sostiene interventi di prevenzione e contrasto della violenza di genere e per il sostegno alle donne vittime di violenza e ai loro figli. Si tratta di un provvedimento tra i più avanzati in materia, in quanto considera la violenza sulle donne come violazione dei diritti umani e come forma di discriminazione specifica. Per questo ho ritenuto fondamentale presentare questo o.d.g. a sostegno della struttura di Cascina Graziella e della sua attività a favore delle donne”.

Download O.d.g. presentato dal Consigliere Motta.